Spetàcol

copertina di Spetàcol, album di Gio Bressanelli

Spetàcol

Sono entrato da qualche anno nel giro di due cantautori miei concittadini: Gio Bressanelli e Denis Guerini. Un giro che mi sta dando più di una soddisfazione.

In primo luogo perché ci suono, la chitarra, in un modo che non avrei mai sospettato. Come ogni adolescente mi sono avvicinato allo strumento in un’ottica espressiva che privilegia l’estetica esasperata ma informale del rock, del rumore – cosa che non mi ha ancora abbandonato, per fortuna – molto proiettato al protagonismo solista. Con questi due musicisti ho scoperto un modo di usare lo strumento al servizio della loro poetica ed espressività e i toni sopra le righe hanno ceduto il passo ad un modo di far parte dell’insieme finalizzato al concerto, inteso nel senso letterale (vedi qui, per esempio, la prima definizione).

In secondo luogo perché posso dare anche il mio contributo professionale. Spetàcol, di Gio Bressanelli, è l’ultimo album a cui ho collaborato, come chitarrista e come designer.

Illustrare la copertina di un album è un lavoro semplice se conosci le musiche. Soprattutto dà una soddisfazione particolare nel caso in cui in quelle musiche c’è anche il tuo contributo strumentale. In questo caso il lato artistico si fonde con quello musicale e con quello personale (seguo Gio Bressanelli da quando avevo 12 anni). È un privilegio di pochi. il Gio, citando Violeta Parra, direbbe: «Gracias a la vida».